In tendenza

Augusta, Basilica del Murgo: quali percorsi per la tutela in una videoconferenza oggi a cura di Siciliantica

Nel quarto appuntamento dell’associazione si parlerà dell’ incompiuta basilica, unico monumento sacro iniziato a costruire da Federico II di Svevia  

Si parlerà del progetto di Siciliantica per la Basilica del Murgo di  Agnone bagni, l’importante monumento cominciato a costruire nel 1224 per volontà di Federico II di Svevia, l’unico monumento sacro iniziato a realizzare dall’imperatore e per questo di grande importanza, ma di proprietà privata e tra i beni sequestrati alla famiglia Leonardi   dalla magistratura  alla video conferenza in programma oggi pomeriggio, alle 18, sulla pagina Facebook dell’associazione SiciliAntica. Ospite l’architetto Francesco Santalucia, già dirigente dei Beni culturali, che dialogherà con il gruppo di lavoro composto dalla presidente regionale Simona Modeo e del coordinamento provinciale di Siracusa Luana Aliano, dall’architetto Cristina Stuto della sede locale di Lentini-Carlentini e dall’avvocato Nunzio Condorelli, tesoriere regionale di SiciliAntica.

“Un’occasione di incontro – si legge in una nota- nata dall’esigenza di creare un dibattito costruttivo sui delicati temi che ruotano intorno alla incompiuta basilica cistercense di età federiciana, bene di straordinario valore storico-artistico in chiave europea, ma di proprietà privata. A seguito delle notizie apparse sulla stampa da giugno del 2020 con riferimento ad un sequestro del bene, si approfondiranno dunque l’iter giuridico, l’esistenza di un vincolo monumentale e i possibili percorsi da attuare per garantire la tutela, valorizzazione e fruizione di un bene unico nel patrimonio architettonico del Duecento siciliano”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo