In tendenza

Augusta, barca a vela con 65 migranti trasferita al porto: arrestati due scafisti

È stata trasferita al porto di Augusta l’imbarcazione, con a bordo 65 migranti di nazionalità iraniana e irachena, giunti in territorio italiano nel pomeriggio di ieri. Tra di loro c’erano anche i due cittadini turchi, rispettivamente di 37 e di 35 anni, che sono stati arrestati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dagli agenti della Squadra mobile di Siracusa, insieme a personale della sezione Operativa navale della Guardia di finanza di Siracusa.

I migranti sono stati intercettati, ieri mattina, da un pattugliatore della Guardia di Finanza, a circa 10 miglia dalle coste siracusane, mentre si trovavano a bordo di una barca a vela bianca di circa 14 metri, battente bandiera tedesca, con alla guida i due arrestati.

Le attività di polizia giudiziaria, svolte nell’immediatezza dagli investigatori della Squadra mobile al porto megarese hanno consentito, anche grazie alle dichiarazioni rese da alcuni immigrati, di fare piena luce sulla dinamica della traversata  della barca che, nella serata del 24 agosto scorso, era salpata dalle coste turche per poi giungere presso quelle italiane.

Al termine delle incombenze di legge, gli arrestati sono stati condotti in carcere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo