In tendenza

Augusta, auto bloccata per allagamento delle strade: Comune condannato a pagare risarcimento

Sia in primo grado che in appello i giudici hanno accertato definitivamente la responsabilità del Comune “per non avere questo diligentemente ottemperato agli obblighi di manutenzione della strada”

Foto di repertorio

Ammonta a 4.024 euro la somma che il Comune ha pagato per un risarcimento danni a seguito di un sinistro autonomo dovuto ad allagamento della sede stradale. L’episodio  è avvenuto il 26 ottobre 2011 quando l’autovettura dell’automobilista,  che poi si è rivolto alla magistratura  “rimaneva bloccata a causa dell’elevato livello dell’acqua accumulatasi sulla sede stradale a causa dell’otturazione dei tombini”– si legge nella determina  del secondo settore Affari legali.

Sia in primo grado  nel 2016 il giudice di pace di Siracusa che in appello il Tribunale di Siracusa con la sentenza del 2021 hanno accertato definitivamente la responsabilità, ex articolo 2051 del Codice civile, del Comune “per non avere questo diligentemente ottemperato agli obblighi di manutenzione della strada che, qualora fossero invece stati regolarmente osservati, avrebbero evitato l’allagamento e, dunque, la situazione di pericolo” condannando l’Ente al pagamento in favore della controparte della somma di 1.450,03 euro a titolo di risarcimento danni, oltre interessi legali e refusione delle spese di giudizio, ovvero  5.031 euro.

La posizione relativa al procedimento di primo grado risultava già inserita dall’Organismo straordinario di liquidazione tra le potenziali passività  e la somma  si è poi ridotta dopo che è  pervenuta al settore legale una proposta transattiva del difensore della vittima del sinistro  che  aveva comunicato la disponibilità del proprio assistito, al fine di favorire una rapida definizione della pendenza, ad accettare in maniera transattiva, a saldo e stralcio di ogni pretesa, il pagamento da parte del Comune della somma di 4.024,82 euro  con un risparmio di spesa per l’Ente che ha  accolto la proposta e liquidato la somma.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo