Augusta, ancora problemi al pozzo della Villa. Il Comune: “usate l’acqua solo per lo scarico”

Un’eccessiva ed ulteriore torbidità ha fatto sospendere alle 12 l’erogazione riattivata dopo le 15, 30 ma con delle precauzioni

L'acqua che fuoriusciva stamattina dal pozzo

Non c’è davvero pace per il pozzo del villa comunale, che continua a pompare acqua non potabile dal 25 ottobre scorso e per i residenti dell’Isola che cono corei a conviver con questa situazione. Stamattina il livello di infiltrazione del fango nel pozzo era molto più del solito e per tutta la mattinata l’acqua è stata sottoposta a controlli per l’eccessiva torbidità, che appariva a tratti molto più accentuata, con acqua grigiastra visibile ad occhio nudo anche alla pompa.

Questo ha reso necessario sospendere l’erogazione idrica intorno a mezzogiorno quando sul canale Telegram del Comune è arrivato la comunicazione di stop all’erogazione. Sul pozzo oltre al personale dell’ufficio tecnico comunale in tarda mattinata c’era anche il titolare della ditta che, a suo tempo, costruì il pozzo.

Alle 15, 30 un’altra comunicazione da parte del Comune, sempre sul canale Telegram, ha avvisato che si stava riattivando l’ erogazione ma che tuttavia dalle “analisi in ancora corso di esecuzione emerge un’accentuazione della torbidità dell’acqua. Per tale ragione si invita la cittadinanza, in via precauzionale, – si legge- ad utilizzare l’acqua distribuita della rete per il solo scarico dei servizi igienici. L’amministrazione si sta attivando per reperire autobotti per rifornimento di servizi essenziali”.

L’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo ha precisato che stanno cercando di reperire due autobotti, una per i servizi “essenziali di scuole ed uffici e un’altra per i residenti. Abbiamo  contattato la Marina militare e la casa di reclusione, ma anche i comuni limitrofi perchè possano aiutarci con le autobotti che saranno disponibili  da domani”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo