In tendenza

Augusta, al via oggi “I cantieri della memoria”, rassegna culturale promossa da Archeoclub

E’ collegata a NaxosLegge 2022, festival delle narrazioni, della lettura e del libro e  affronterà quest’anno  la “memoria del mare”

Prenderà il via oggi, 8 settembre la terza edizione di “I cantieri della memoria”, rassegna  culturale promossa  dalla sede locale di Archeoclub d’Italia aps guidata da Mariada Pansera e collegata a NaxosLegge 2022, festival delle narrazioni, della lettura e del libro.

Il tema affrontato quest’anno affronterà la “memoria del mare” nella sua dimensione archeologica, storica e legata alle tradizioni. Il primo incontro inizierà oggi alle 19.15, alla terrazza del Club levante e vedrà ospiti Ferdinando Maurici, soprintendente del mare e Lorenzo Guzzardi, direttore del Parco archeologico di Leontinoi e Megara, che racconteranno non solo di tesori d’arte provenienti dal mare e di itinerari archeologici subacquei, ma anche la storia e l’importanza della soprintendenza del mare (quella della Sicilia è stata la prima in Italia) con uno sguardo rivolto alle strategie turistiche e ai progetti di valorizzazione di musei ed itinerari sommersi.

Si continuerà martedì 13 settembre affrontando la dimensionestorica del “mare” con la presentazione del libro “Patria senza mare” di Marco Valle,giornalista e saggista che, attraverso il suo libro, spiega la incapacità dell’Italia nell’occupareil giusto ruolo al centro del Mediterraneo; con l’autore converseranno Fulvia Toscano,direttore artistico di Naxoslegge e Antonello Forestiere, consigliere scientificodella Marina militare per la disciplina sociale.

La rassegna si concluderà giovedì 22 settembre con l’incontro “Racconti di mare”; un viaggio fra antichi mestieri e tradizioni marinare narrate dalla gente di mare. Ospite per l’occasione sarà Domenico Targia, direttore del Parco archeologico di Himera, Solunto e Monte Jato ed estensore del decreto che ha istituito nel giugno 2016 il “Registro identitario dei borghi e della pesca mediterranea”; stato, inoltre, l’ispiratore della legge 9 del 2019 che caratterizza l’antropologia del mare come carattere identitario e valoriale della pesca mediterranea. Dal 2008 al 2018 responsabile dell’Osservatorio mediterraneo della pesca, organizzando eventi, borse e fiere in giro per il mondo. Interverranno inoltre Giulio Morello, governatore della Confraternita dei pescatori di Sant’Andrea apostolo di Augusta e Domenico Patania, anziano pescatore “cunzaru” augustano.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo