Augusta, al via a Ruiz oggi e domani la First Lego League: competizione mondiale con protagonisti i robot

29 squadre provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria si sfideranno in una gara di robotica e in un progetto scientifico, sei le augustane

Oggi e domani saranno i robot i protagonisti, all’istituto superiore Gaetano Arangio Ruiz che è partner regionale, della “First lego league”, la competizione di Robotica educativa – qualificazione Calabria e Isole, valevole per l’accesso alla finalissima di Reggio Emilia che sarà ospitata nei locali dell’istituto superiore della Borgata. Si tratta di una sfida mondiale per qualificazioni successive di scienza e robotica tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, per cercare soluzioni innovative.

Ventinove squadre provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria si sfideranno in una gara di robotica e in un progetto scientifico sul tema del “City shaper”, con gli studenti che avranno l’opportunità di aiutare la loro città a crescere, a diventare un luogo migliore e sostenibile grazie ai loro progetti innovativi. Le soluzioni dovranno essere cercate con l’ausilio di Lego Mindstorms Ev3 ed Nxr, robot interamente costruiti con mattoncini Lego Education ed “educabili” grazie a un ambiente di programmazione ad icone appositamente progettato per essere utilizzato fin dalla scuola primaria.

Sei le squadre augustane che gareggeranno, tre del Ruiz, una del primo comprensivo Corbino, una del terzo Todaro e una del quarto Costa, istituti comprensivi con cui il Ruiz ha siglato un’apposita convenzione per sostenere i loro team nella preparazione alla gara.

First Lego League non significa solo robotica – ha detto il docente Angelo Santacroce, riferimento organizzativo dell’evento e formatore di robotica- La sfida si divide infatti in 4 prove distinte, ognuna delle quali ha uguale peso sul risultato finale: gara di robotica, progetto tecnico, progetto scientifico, core values (valutazione del team e delle sue dinamiche interne). Ai fini della qualificazione ogni prova ha lo stesso peso ed è quindi non solo l’abilità tecnica ad essere premiata, ma la squadra più completa e competente a 360°”.

Le squadre vincitrici parteciperanno alla finale nazionale in programma a Reggio Emilia il 7 e l’8 marzo, i cui vincitori accederanno alle finali mondiali negli Usa. Inoltre il miglior progetto scientifico concorrerà per il premio “Oltre la robotica” istituito dal Miur e per il “Global innovation award” di San Josè, in California.

Soddisfatta la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina. “Per la scuola è un grande orgoglio essere partner regionale della First Lego League – ha commentato- Negli ultimi anni abbiamo investito molto sulla Robotica come disciplina trasversale ai nostri indirizzi di studio, perché sarà uno dei principali sbocchi lavorativi del futuro. Inoltre sarà’ un piacere vedere tanti ragazzi da tutta la Sicilia e la Calabria, qui ad Augusta, per una manifestazione che valorizza impegno e competenze scientifiche”.

La First Lego League nasce nel 1998 dalla collaborazione della “Lego” con “First”, un’organizzazione no-profit americana che ha come obiettivo prioritario aiutare i giovani a sviluppare una passione per le Stem, acronimo inglese di Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica. Passione da coltivare, anche attraverso il divertimento, con lo scopo di sviluppare negli studenti conoscenze e competenze utili al loro futuro, ma anche la capacità di lavorare in gruppo e di rispettare gli altri. La sfida è uguale in tutto il mondo e attualmente coinvolge 88 nazioni distribuite sui 5 continenti per un totale di 350.000 studenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo