Augusta, ai licei Megara si ritorna a scuola lunedì 14 settembre. Nessuno sdoppiamento di classi

Per garantire il distanziamento in tre classi più piccole il dirigente Santoro aveva ottenuto l’ex caserma dei Carabinieri di piazza Carmine che al momento non potrà essere usata perchè le utenze non sono attive

Torneranno in classe lunedì 14 gli studenti dei licei Megara che hanno sede nei plessi della Cittadella degli studi dove si stano effettuando i lavori pere garantire la  sicurezza e non verrà sdoppiata nessuna classe, anche se per tre si era posto il problema di locali tropo piccoli. Lo ha reso noto stamattina durante una conferenza stampa il dirigente scolastico Renato Santoro che ha fatto sapere che lunedì entreranno in classe le prime e le quinte e poi via via tutti gli altri fino ad essere giovedì 17 tutti presenti in classe insieme dove ancora non sono arrivati i 700 banchi monoposto del governo richiesti dalla scuola.

In questi giorni in cui si sono studiati gli spazi per garantire il necessario distanziamento sociale tra gli studenti si era posto il problema di un possibile sdoppiamento di tre classi, che hanno aule non sufficientemente grandi per garantire il distanziamento sociale, per questo il dirigente aveva chiesto al Libero consorzio comunale di Siracusa, che ne è il proprietario la possibilità di utilizzare l’edificio dell’ex caserma dei Carabinieri di piazza Carmine, rimasta libera dopo il trasferimento in Borgata dei militari.

La nostra richiesta è stata subito accolta dall’ex Provincia, da cui dipendiamo come  scuole superiori e che ci è stata vicina cosi come è stato presente il ministero della Pubblica istruzione – ha spiegato Santoro- Purtroppo si è posto il problema di attivare le utenze che la ex Provincia non può fare perchè in dissesto e noi non possiamo farlo a nostre spese e così abbiamo dovuto rinunciare, al momento, a questa possibilità. Se c’è tuttavia qualcuno di buona volontà disposto a pagare le utenze potremo utilizzare questi locali, ma non sdoppieremo  queste tre classi e gli studenti per i quali non si potrà garantire il distanziamento sociale  useranno la mascherina anche in classe fino a quando non avremo i banchi monoposto. Inoltre per dare a tutti la possibilità  di lavorare in sicurezza saranno occupati anche gli spazi di alcuni  laboratori”.

Il ministero ha assegnato al liceo megarese circa 26 mila euro che non posso coprire eventualmente il costo delle utenze ma servono  per fare i lavori per la sicurezza, tutta la  segnaletica che già ieri era in corso e la sanificazione dei locali che è più che mai necessaria anche in considerazione  del fatto che con gli esami di stato bisogna sanificare continuamente. Inoltre la scuola sta partecipando ad un bando pubblico per ottenere i fondi necessari per demolire e ricostruire la vecchia palestra, che si trova alle spalle dell’auditorium  Amato e che da anni versa in condizioni di assoluto degrado.

Ieri, infine, in diretta online e alla presenza delle docenti Anna Lucia Daniele e Francesca Solano e anche dei giornalisti sono state sorteggiate le classi da assegnare alle sezioni.  7 le nuove prime, 3 di liceo scientifico, 2 del classico, 2 del linguistico e una di liceo delle Scienze umane.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo