“4 bracciate da Brucoli al Faro”: una nuotata per ammirare la bellezza della costa di Augusta

L’iniziativa è di 5 augustani, tra sportivi di livello e  amatori, che vogliono anche  sollecitare l'attenzione degli augustani verso la bellezza del mare non fruibile per svariati motivi

“Quattro bracciate tra il borgo di Brucoli e il Faro Santa Croce ammirando la costa di Augusta”. L’hanno denominata così i suoi stessi partecipanti la lunga nuotata, che si è svolta ieri mattina lungo al costa megarese dalla frazione marinara fino alla zona balneare più amata dagli augustani con l’obiettivo di ammirare e godere della bellezza della costa e dei fondali marini di Augusta, ma anche di sollecitare l’attenzione dei cittadini verso la bellezza del nostro mare non fruibile per svariati motivi quali assenza di depurazione delle acque e di strutture e per il rischio di frane.

Non una gara anche se i partecipanti sono i due atleti professionisti Andrea Tringali, pallanuotista professionista che ha militato per tanti anni nella massima serie e varie volte atleta augustano dell’anno e il pluripremiato triatleta professionista Ennio Salerno, nonché i due nuotatori master Dario Fazio e Ciccio Ventura che per anni hanno gareggiato in acque libere per la Athon Augusta concludendo varie tappe del campionato italiano di nuoto, (4 coppe Sicilia tutte vinte dalla Athon Augusta, 1 mondiale master, varie traversate dello stretto di Messina) e  l’amatore Marco Messina, promotore dell’iniziativa, che da anni nuota anche in inverno in acque libere.

Ad accompagnarli anche alcuni canoisti come l’ex calciatore Gigi Grasso, per anni tesserato nella massima serie del Calcio a 5 augustano e il giovane Ruben Mento, tutti accomunati dallo stesso interesse per la fruibilità delle coste e del mare augustano

“La nuotata di circa 10 km, divenuta più lunga a causa delle ordinanze restrittive che limitano a bagnanti e natanti la fruibilità del mare fino ad 1 km dal bellissimo Sbarcatore dei Turchi, si è conclusa al Faro Santa Croce – hanno commentato i 5 -. Speriamo che un giorno Augusta cessi di essere un’isola senza mare e cittadini e turisti comincino a conoscere e godere della bellezza della nostra costa che non ha nulla da invidiare rispetto al mare di altre regioni a vocazione turistica”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo