Trasferiti al porto di Augusta i 59 migranti intercettati nella notte su una barca a vela al largo di Avola

Sono tutti uomini di nazionalità pachistana in buone condizioni di salute, tre minori non accompagnati

Sono stati trasferiti stamattina al porto di Augusta con una motovedetta della Guardia costiera di Siracusa i 59 migranti rintracciati nella notte a bordo di una barca a vela al largo di Avola. Sono tutti uomini, di nazionalità pachistana, tra di loro tre minori non accompagnati, che hanno viaggiato sul natante guidato da due presunti scafisti lituani di 19 e 20 anni,  subito individuati e fermati dal Gicic, il gruppo di contrasto all’immigrazione  clandestina della Procura di Siracusa guidata dal vice commissario di polizia Carlo Parini.

Le operazioni di trasbordo dalla barca a vela, partita 5 giorni fa dal porto di Smirne, in Turchia, si sono concluse alle  3 e mezza di notte. L’imbarcazione a causa di condizione meteo non ottimali verrà condotta dal personale di una motovedetta della Guardia di Finanza di Siracusa al porto di Marzamemi e sarà custodita nel pontile di un  circolo nautico, a disposizione della magistrati di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi