Primarie del Pd: anche ad Augusta il più votato è stato Nicola Zingaretti

Il futuro segretario del Pd nazionale Zingaretti ha ottenuto 350 voti (47,7%), seguito dai 275 di Maurizio Martina pari al 37,6% e ai 105 voti (14,4%) di Giachetti su un totale di 730 votanti

Anche ad Augusta è stato Nicola Zingaretti il candidato più votato alle primarie del Partito democratico con 350 voti (47,7%), seguito dai 275 di Maurizio Martina pari al 37,6% e ai 105  (14,4%) di Roberto Giachetti su un totale di 730 votanti, che si sono recati per tutto il giorno al gazebo allestito in piazza Fontana, alla Borgata. In seguito al risultato ottenuto dalla lista collegata a Zingaretti, Augusta avrà un proprio rappresentante all’assemblea nazionale del partito.

Un “successo per la democrazia” secondo il consigliere comunale Alessandro Tripoli che ha parlato di “partecipazione e del risveglio delle coscienze dei tanti cittadini augustani che, affluendo numerosissimi a votare hanno con questo segno, voluto far sentire il loro dissenso nei confronti di un governo cittadino targato m5s e di un governo nazionale, che non lascia spazio ad azioni democratiche mostrandosi giorno dopo giorno intollerante e razzista poichè improntato su politiche di destra e xenofobe”.

Ma per Tripoli è anche un risultato “chiaro ed inequivocabile anche per coloro i quali vorrebbero un Pd cittadino a propria immagine e somiglianza pensando che sia un partito che non tira piu. Il Pd – ha detto – invece mostra di essere un partito unito, che coinvolge tanti giovani,uomini e donne e non muterà natura in base al candidato sindaco che, senza decenza, vorrebbe utilizzare, attraverso i soliti noti, il partito per soli ambizioni personali ed a beneficio proprio e dei propri amici rigenerati”.

Il Partito democratico ad Augusta negli ultimi anni è praticamente sparito dalla scena politica locale e “non sarà a servizio di qualcuno, ma – ha affermato il consigliere comunale – solo a servizio dei cittadini e di una città illusa dalle tante promesse non mantenute dagli attuali amministratori. Un Pd non più marginale verso un governo nazionale fascista che in questi 200 giorni si è soprattutto distinto per delle politiche disumane e contro il popolo Italiano. Siamo felici di aver trovato il modo di dare un segnale ai soliti webeti che nelle scorse ore hanno gettato fango su una così nobile iniziativa ed un monito per rispettare le centinaia di persone che hanno liberamente manifestato un interesse differente dall’offerta politica che governa oggi in città e nel paese. Sono convito che questo possa essere considerato un nuovo inizio per tutti coloro che credono che dal Pd possano nascere idee migliori per un futuro migliore”

Tripoli ha ringraziato anche coloro che hanno sostenuto Giachetti e Martina, questi ultimi hanno dichiarato la loro soddisfazione sia per il risultato che per la partecipazione degli augustani. “Quello che si è registrato ieri è stata una grande partecipazione di persone che soprattutto nel pomeriggio si sono messe in fila per votare – ha detto Giuseppe Cannavà, presidente del seggio e dei Giovani democratici provinciali – È stata una grande festa della democrazia con persone vere, non certo a colpi di click dietro un Pc”.

Soddisfatto anche l’ex segretario Giovanni Santanello che, in rappresentanza del gruppo Cafeo, ha appoggiato Martina. “La grande partecipazione ha dimostrato, che ad Augusta si è lavorato con impegno – ha affermato – per la ricostituzione di un ambiente e un partito unitario. Siamo orgoglio di essere nel Pd che non ha vergogna di niente e saremo sempre più presenti nella vita cittadini pronti ad accogliere sia suggerimenti che le critiche per migliorare la vita dei nostri concittadini e figli”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo