Operazione antidroga ad Augusta. Una donna a gestire l’attività di spaccio, arrestata, misura cautelare per altre 5 persone

Nel periodo intercorrente tra il mese di ottobre 2016 e quello di settembre 2017, i soggetti, tutti privi di una stabile occupazione lavorativa, traevano la propria fonte di sostentamento economico proprio dall’attività di spaccio

Nel corso del pomeriggio dell’11 gennaio 2019, all’esito di articolata attività investigativa durata quasi un anno, diretta dal Procuratore Fabio Scavone e coordinata dal pubblico ministero Marco Di Mauro, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Augusta hanno tratto in arresto, Carmela Castro, 48enne di Augusta, pregiudicata, disoccupata, e applicato la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di altri cinque soggetti, in esecuzione alle ordinanze di applicazione della misura cautelare, emesse dal Gip Carmen Scapellato, su richiesta della Procura della Repubblica di Siracusa, poiché ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nel centro abitato di Augusta.

I militari dell’Arma, a conclusione di un’articolata e complessa attività investigativa info-investigativa, avviata allo scopo di contrastare una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio di Augusta, nel periodo intercorrente tra il mese di ottobre 2016 e quello di settembre 2017, acclaravano che i soggetti, tutti privi di una stabile occupazione lavorativa, traevano la propria fonte di sostentamento economico proprio dall’attività di spaccio.

Le risultanze investigative evidenziavano altresì che all’interno del gruppo, di fatto costituito da tre donne e tre uomini, Castro, con un ruolo centrale nella gestione e organizzazione dell’attività di spaccio, sfruttando canali catanesi per l’approvvigionamento dello stupefacente, si avvaleva di I. D. (Augusta cl.73)  per il procacciamento dei clienti, di C. V. (Augusta cl.70)  per la custodia del denaro provento dell’attività di spaccio e di F. B. (Augusta cl.80)  per il ruolo di corriere, affidando agli altri componenti del gruppo, S. S. (Augusta cl. 67 ) e S.P. (Augusta cl. 95), l’incarico di gregario.

La Castro è stata raggiunta dall’ordine di custodia cautelare nella propria abitazione mentre si trovava al regime degli arresti domiciliari per altri episodi di detenzione e spaccio di stupefacente di cui si era resa protagonista negli ultimi mesi.

Nel corso dell’attività investigativa i militari, sequestravano complessivamente 150 grammi di cocaina e la somma in denaro contante pari a 1.300 euro provento dell’attività di spaccio, nonché procedevano all’arresto, in flagranza di reato, di 4 soggetti e alla segnalazione alla locale Prefettura di numerosi assuntori.

Grazie ad una precisa ricostruzione dei fatti eseguita dal personale dell’Aliquota Operativa del Norm della Compagnia Cc di Augusta, l’Autorità Giudiziaria di Siracusa, che concordava pienamente con le risultanze investigative emerse nel corso dell’attività dei militari, emetteva ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per Castro Carmela, e misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria per cinque dei soggetti coinvolti.      


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo