Inquinamento industriale: Giulio Golia e le Iene tra Augusta, Siracusa e Priolo

Giulio Golia con la sua troupe ha prima intervistato ad Augusta padre Palmiro Prisutto e gli attivisti del comitato Stop veleni per poi spostarsi a Priolo

Riflettori puntati sulla questione ambientale oggi pomeriggio con una troupe de “Le Iene”, il famoso programma di inchiesta giornalistica di Italia uno, che ha fatto tappa ad Augusta, Priolo e Siracusa per documentare lo stato dei luoghi e soprattutto raccogliere le testimonianza di chi vive nel territorio martoriato dall’inquinamento.  Partendo proprio dalla chiesa Madre e dal suo arciprete, don Palmiro Prisutto, noto ormai anche oltre i confini nazionali per la sua lotta ultradecennale all’inquinamento e il ricordo dei morti di cancro nella messa che il 28 di ogni mese celebra alla Madrice.

E nella chiesa di piazza Duomo  Giulio Golia già nel primo pomeriggio ha  potuto incontrare e conoscere anche   alcuni attivisti augustani del Comitato stop Veleni, sempre in prima linea nella difesa dell’ambiente che chiedono e sollecitano interventi in favore del territorio e della popolazione. Il gruppo si è poi spostato a Priolo per raccogliere direttamente sul territorio altre  testimonianze di chi ci mette la faccia per denunciare  lo scempio ambientale e che  faranno parte di un servizio,  che andrà in onda nel celebre programma che spesso svela retroscena  inconfessabili un uno stile irriverente e trasgressivo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo