Augusta, celebrata la storica impresa di Premuda del 10 giugno 1918

Il comandante De Felice ha dedicato la commemorazione “a chi ha qualcosa da decidere, sulla sua vita e sul suo atteggiamento di fronte al futuro”, ricordata anche l’altra impresa  “Operazione Malta 2”, della notte del 25 luglio 1941

È stata celebrata stamattina, all’interno del comprensorio di Terravecchia e alla presenza delle autorità civili e militari la Giornata della Marina militare che ricorda, a distanza di cento anni, la storica impresa di Premuda del 10 giugno 1918 quando due motoscafi armati siluranti (Mas), comandanti dal capitano di corvetta Luigi Rizzo e dal guardiamarina Giuseppe Aonzo al largo dell’isola dalmata attaccarono la flotta astro-ungarica riuscendo ad affondare la corazzata Santo Stefano. L’azione bloccò la flotta nemica e contribuì al successo, sul mare e su terra, della Prima Guerra mondiale.

La Marina ha scelto questo evento eroico come riferimento della sua gente che continua a servire la patria, anche nei momenti di maggiore criticità, pronta anche al sacrificio supremo – ha detto il comandante di MariSicilia Nicola De Felice – Quest’anno ho deciso di commemorare la nostra festa evocando anche il ricordo di altri eroi che proprio da questo piazzale partirono 77 anni fa per un’altra eroica impresa denominata “operazione Malta 2”, della notte del 25 luglio 1941. Tale operazione di assalto con i mas della nostra decima flottiglia all’isola di Malta costò alla Marina 15 caduti e 18 prigionieri. A quell’operazione presero parte ufficiali, sottufficiali e marinai di quasi tutti i corpi e specializzazioni della Marina e tra questi si mise in evidenza il sottotenente delle armi navali Aristide Carabelli al quale ho dedicato la nuova palazzina alloggi marinai, per noi un esempio di coraggio Oggi, questa commemorazione la dedico a chi ha qualcosa da decidere, sulla sua vita e sul suo atteggiamento di fronte al futuro. Tutti, soprattutto i giovani quando sentono in loro l’incertezza, l’inquietudine sociale, desiderano muovere i passi del proprio operato aggrappandosi ad una guida che li possa sorreggere, che li possa sostenere nelle sfide della vita”.

Il contrammiraglio de Felice ha ricordato che la Marina è da sempre legata al territorio di Augusta anche con atti concreti come, ad esempio, i progetti di alternanza scuola-lavoro da avviare con 4 scuole siciliane tra cui l’Arangio Ruiz” di Augusta, ma anche con “l’agevolazione delle tariffe per attraversare lo stretto di Messina per i militari, ma anche per i loro familiari considerato che  ad Augusta vivono molte persone che hanno parenti che risiedono oltre lo stretto”. La prossima settimana, inoltre, si svolgerà la “MariSicilia Cup”, la regata velica che porterà all’apertura della  base navale  ai cittadini, proprio per  “valorizzare l’indotto  del mondo velico di cui Augusta potrebbe essere un punto di riferimento anche – ha aggiunto – in virtù dell’apertura del nuovo porticciolo turistico. Auspichiamo che questa città in futuro possa diventare un punto assoluto di riferimento per la vela nazionale se non addirittura internazionale”.

Sulla flotta navale oltre alle navi che vengono dismesse De Nicola ha detto che “stiamo aspettando l’arrivo di nuove unità, di nuovi assetti che dovranno essere supportate e riorganizzate anche in un contesto di un piano regolatore che stiamo condividendo con l’Autorità portuale e con il Comune di Augusta – ha concluso – stiamo cercando di rilanciare anche l’indotto che sarà legato a tutte le manutenzioni ordinarie e straordinarie che queste navi richiederanno nel prossimo futuro. Pertanto siamo in collegamento con il mondo cantieristico augustano e industriale per cercare di poter riprendere le antiche tradizioni di grande cantieristica in questa rada. Abbiamo già l’assicurazione che arriveranno nuovi sommergibili e di conseguenza ci sarà lavoro per l’indotto di Augusta”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi