Blitz antidroga a Gela, un arresto anche ad Augusta

I militari hanno smantellato un’associazione a delinquere dedita allo spaccio di cocaina, hashish e marijuana

Stroncato un traffico sostanze stupefacenti a Gela. Sedici le misure cautelari, di cui una anche ad Augusta, eseguite all’alba dai carabinieri del Reparto territoriale, con una ventina di perquisizioni disposte dalla Dda di Caltanissetta. Colpita un’associazione a delinquere dedita allo spaccio di cocaina, hashish e marijuana e impiegati oltre 90 carabinieri nelle province di Caltanissetta, Milano, Treviso, Siracusa, Agrigento e Ragusa.

Nell’indagine, denominata “Boomerang”, i militari hanno ricostruito i canali di ingresso dello stupefacente a Gela per un giro di affari stimato in almeno 35 mila euro al mese. Avviata nel 2017 dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Gela e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Caltanissetta, ha permesso di acquisire elementi indiziari gravi e univoci in ordine all’esistenza ed alla piena operatività di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze  stupefacenti del tipo cocaina, marijuana ed hashish nel territorio di Gela, facente riferimento alla figura di Giacomo Gerbino, ritenuto dagli inquirenti un soggetto cardine del sodalizio insieme con Salvatore Gambino.

Tra i sedici sottoposti a custodia cautelare anche il catanese ma residente ad Augusta, Virgilio Terranova che secondo gli inquirenti sarebbe uno dei fornitori dello stupefacente e che operava sul territorio di Catania insieme con Salvatore Valenti e Antonino Zito.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo