Augusta, va in escandescenza in ospedale: i Carabinieri dispongono l’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare

L’uomo, pregiudicato augustano, a un certo punto iniziava ad inveire anche contro gli stessi familiari, per cui la presenza dei militari si rivelava assolutamente opportuna in quanto impedivano, di fatto, che la situazione precipitasse

Nella serata del 22 aprile 2019, i Carabinieri dell’aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Augusta, allertati dalla centrale operativa si sono portati al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Muscatello” di Augusta ove un 46enne, molto agitato, disturbava gli operatori sanitari che prestavano le prime cure alla di lui madre accompagnata in ospedale per un grave stato d’ansia.

L’uomo, pregiudicato augustano, a un certo punto iniziava ad inveire anche contro gli stessi familiari, per cui la presenza dei militari si rivelava assolutamente opportuna in quanto impedivano, di fatto, che la situazione precipitasse. Al fine di salvaguardare l’incolumità dei familiari, i quali, si appurava nella circostanza, nei giorni precedenti erano già stati oggetto di minacce ed insulti da parte dell’esagitato, i Carabinieri, dandone comunicazione al Pm di turno alla Procura della Repubblica di Siracusa si avvalevano della facoltà dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare, per evitare che le condotte potessero essere reiterate.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo