Augusta, trafficavano pasticche di ossicodone: due persone arrestate

Si tratta di un potente oppiaceo, reperibile in Farmacia che, se utilizzato insieme a cocaina ed eroina, potenzia a dismisura gli effetti della droga, già di per sé devastanti per il sistema nervoso

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Siracusa, sulla base di una capillare attività di intelligence svolta sul territorio, hanno arrestato due persone e sequestrato circa 600 pasticche di Ossicodone. Si tratta di un potente oppiaceo, reperibile in Farmacia che, se utilizzato insieme a cocaina ed eroina, potenzia a dismisura gli effetti della droga, già di per sé devastanti per il sistema nervoso.

L’utilizzo illecito del farmaco era stato ben compreso dai due soggetti tratti in arresto. I loro intenti però sono stati sventati dai militari della Guardia di Finanza di Augusta, che li hanno sopresi mentre tentavano di mettere in commercio le pillole, parte reperite in una farmacia di Catania e parte occultate all’interno della residenza di uno degli arrestati.

Un primo intervento è stato portato a termine nelle immediate vicinanze di una farmacia del capoluogo etneo. I finanzieri, al termine di un serrato pedinamento, hanno fermato per un controllo di polizia tale C.M. – classe 1978 di Augusta – appena uscito dall’esercizio. L’uomo teneva in mano una confezione di Ossicodone, di circa 100 pezzi, che aveva ottenuto grazie alla presentazione di una ricetta riportante il timbro falsificato di un medico chirurgo del Servizio Sanitario.

Le ulteriori informazioni acquisite sul momento, appositamente sviluppate, sono esitate nell’esecuzione di un altro intervento. I militari hanno perquisito l’abitazione di M.F., anch’egli di Augusta, già gravato da precedenti specifici, il quale aveva occultato, all’interno di una intercapedine ricavata nel bagno di servizio della sua abitazione, due bustine di plastica contenenti oltre 500 pasticche del farmaco.

In entrambe le circostanze, i magistrati delle Procure di Catania e Siracusa hanno concordato con le ipotesi investigative formulate dai finanzieri, convalidando gli arresti compiuti nei confronti dei due spacciatori.

L’attività di servizio evidenzia il ruolo strategico rivestito dal Corpo della Guardia di Finanza nel contrasto dei crimini che sottraggono risorse all’economia legale ed allo Stato salvaguardando, al contempo, la salute della collettività.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo