Augusta, torna il progetto “Alma- educare alle differenze”

Il progetto, ideato e coordinato dall’attore ed educatore Luigi Tabita, vede in campo molte forze del territorio siracusano: i centri antiviolenza Nesea di Augusta e i Colori di Aretusa di Siracusa, l’associazione Demetra, aps Immaginare Insieme, l’Auser, l’attrice Amelia Martelli ed il dott. Luca Reforgiato

Ritorna per il quinto anno scolastico il progetto di prevenzione e sensibilizzazione “Alma- educare alle differenze”, rivolto agli studenti degli istituti secondari di primo grado e ai loro genitori. Il progetto, ideato e coordinato dall’attore ed educatore Luigi Tabita, vede in campo molte forze del territorio siracusano: i centri antiviolenza Nesea di Augusta e i Colori di Aretusa di Siracusa, l’associazione Demetra, aps Immaginare Insieme, l’Auser, l’attrice Amelia Martelli ed il dott. Luca Reforgiato.

Siamo felici di ripartire con il progetto – afferma Tabita – sempre più consapevoli che sia indispensabile, oggi più di eri, educare le nuove generazioni a rispettare l’uguaglianza della pluralità, superando gli stereotipi che la nostra cultura negli anni ci ha imposto. Il progetto – continua Tabita – durerà per l’intero anno scolastico e coinvolgerà anche i genitori, con degli incontri specifici pomeridiani, per aiutarli a sostenere i loro figli/e e per imparare ad intercettare silenzi sospetti e omissioni.”

Il primo incontro sarà con i genitori venerdì 12 ottobre negli istituti Orso Mario Corbino e Salvatore Todaro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo