Augusta, tagliati i copertoni delle ruote dell’auto privata del sindaco Di Pietro

Lo ha denunciato su Facebook lo stesso sindaco che parla di clima di odio nei suoi  confronti legata alla vicenda dell’immigrazione

Ignoti incivili hanno tagliato i copertoni delle due ruote del lato anteriore e posteriore della utilitaria del sindaco Cettina Di Pietro, che stamattina ha trovato così la sua Ford Fiesta e ha  postato la foto su Facebook, ricordando che si tratta del secondo episodio dopo il primo avvenuto a fine maggio.

Il primo cittadino non esclude che  questo nuovo atto sia legato alla vicenda dell’immigrazione, che proprio ieri è riesplosa con la presenza della nave Sea Watch al largo delle coste del siracusano, con a bordo 47 migranti e al clima odio che si starebbe generando nei suoi confronti proprio su questo tema.

Il gruppo parlamentare del M5S all’Ars esprime solidarietà al sindaco di Augusta Cettina Di Pietro per l’ennesimo atto intimidatorio subito.  “A nome mio e del gruppo parlamentare del M5S  – dice il capogruppo del M5s all’Ars Francesco Cappello  – non posso che esprimere e ribadire vicinanza e sostegno a Cettina Di Pietro. Per la seconda volta, a distanza di pochi mesi, ignoti hanno tagliato le ruote della sua vettura; si tratta di segnali che non possono essere ignorati e auspichiamo che venga fatta luce al più presto sulla vicenda. A Cettina Di Pietro torno a esprimere sostegno e solidarietà. Il M5S fa quadrato attorno al tuo operato”. 

Ad esprimere la solidarietà al sindaco Di Pietro “per l’ennesimo atto intimidatorio subito questa mattina” è il capogruppo consiliare del Movimento 5 stelle, Mauro Caruso che esprime solidarietà al primo cittadino anche per “gli attacchi ricevuti dalla politica dell’assistenzialismo becera e inconsistente. Augusta ha dato tanto alla causa dell’immigrazione e dell’accoglienza e – aggiunge riferendosi alla vicenda della Sea Watch- non sarebbe un problema continuare a dare supporto. Non accettiamo strumentalizzazioni su decisioni che sono di competenza del Governo anche in funzione del fatto che il sindaco non ha competenza sui porti”.

All’amica Cettina Di Pietro giunga la mia totale solidarietà. L’episodio odierno, che purtroppo non è il primo, rappresenta un atto vile che però non scalfirà minimamente l’azione legalitaria del nostro Sindaco. Chi pensa di mettere paura a Cettina con queste fangate, ha totalmente sbagliato direzione”. A dichiararlo è l’europarlamentare e responsabile degli Enti Locali del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao, che da Bruxelles, esprime solidarietà al sindaco di Augusta Cettina Di Pietro per l’ennesima intimidazione subita.

“L’atto nei confronti del sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro, è qualcosa di vile e ignobile – dice il parlamentare Filippo Scerra – Il primo cittadino ha raccolto una città a pezzi dopo il commissariamento e con il suo lavoro certosino ha rimesso in modo la macchina amministrativa, nonostante le mille difficoltà, non ultime quelle affrontate sul tema dei flussi migratori. Ma Cettina è donna determinata e non si lascerà scalfire da quanto accaduto anche perchè sia io, sia tutto il Movimento 5 Stelle faremo quadrato e le daremo tutto il nostro sostegno per proseguire nel suo lavoro”.

“I sindaci – spiega Corrao – sono le persone che in prima linea e più degli altri, fronteggiano i problemi delle comunità che rappresentano e cercano soluzioni per il benessere dei propri concittadini, districandosi tra mille problemi, cavilli burocratici e ristrettezze economiche e di bilancio. Cettina rappresenta per noi, uno dei massimi esempi di abnegazione e fattività. Auspichiamo che gli organi preposti, facciano luce su questo ennesimo atto di vile codardia. Chi tocca Cettina tocca tutta la comunità di Augusta e noi non lo permetteremo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo