Augusta, sequestrati otto esemplari di tonno rosso. Elevate multe per 3.700 euro

A intervenire sull’autostrada Catania-Siracusa in direzione Augusta, la Polizia stradale del distaccamento di Lentini e la Capitaneria di porto-Guardia costiera di Augusta

Otto esemplari di tonno rosso di poco più di 2 tonnellate e mezzo sono state sequestrate e avviate a distruzione, ieri mattina, perché in cattivo stato di conservazione, facendo scattare sanzioni per chi conduceva il mezzo. A intervenire sull’autostrada Catania-Siracusa in direzione di Augusta, sono stati sia la Polizia stradale del distaccamento di Lentini sia la Capitaneria di porto-Guardia costiera di Augusta. I primi avevano sottoposto a fermo, per accertamenti, un furgone dove erano stati trovati 8 grossi esemplari di tonno rosso in assenza di qualsivoglia documentazione che ne attestasse la tracciabilità o giustificanti il trasporto. Da qui la richiesta di intervento dei militari della Capitaneria di porto che hanno intimato al conducente del mezzo di recarsi al Comando, dove gli sono state comminate sanzioni amministrative sia da parte degli agenti della Stradale, di circa 1.000 euro per aver trasportato prodotti alimentari utilizzando un vano di carico non in grado di mantenere condizioni ottimali di temperatura, sia da parte dei militari della Guardia costiera, pari a circa 2.700 euro, per mancanza di documentazione attestante la tracciabilità del prodotto ittico.

E’ stato richiesto anche l’intervento del Servizio veterinario di Augusta che fa capo all’Asp di Siracusa, che ha accertato con apposita attrezzatura la temperatura, sia superficiale che interna, delle carni dei tonni rossi. Il pesce non poteva essere mangiato e il pubblico ministero di turno alla Procura della Repubblica di Siracusa ha autorizzato a procedere al loro immediato smaltimento.

Il trasgressore è quindi stato deferito all’autorità giudiziaria per aver trasportato prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e gli 8 esemplari di tonno rosso, sottoposti a sequestro, sono stati trasportati all’inceneritore della società Gespi di Augusta, per essere avviati a distruzione. La proficua collaborazione fra organi dello Stato va sempre nella giusta direzione dell’efficace tutela della collettività.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo