Augusta, se n’è andata Patrizia Epaminonda, stroncata dal cancro. Per lei era scattata una grande gara di solidarietà

Insegnante e stimata sindacalista della Cisl è morta oggi in un letto dell’ospedale “Muscatello” dove era ricoverata da qualche settimana per un aggravamento delle sue condizioni di salute

Alla fine non ce l’ha fatta a vincere quel terribile cancro che, un anno e mezzo fa, l’aveva colpita al cervello e se n’è andata stamattina Patrizia Epaminonda, di 54 anni. Ha perso la sua battaglia contro il male del secolo, in un letto dell’ospedale “Muscatello” dove era ricoverata da qualche settimana per un aggravamento delle sue condizioni di salute. Aveva commosso tutta Augusta e non solo la storia dell’insegnante di sostegno e stimata sindacalista del Cisl per il settore della scuola che, nel fiore degli anni, con una bella famiglia attorno e tanti amici, all’improvviso si è ammalata. Dall’oggi al domani di un terribile cancro, che ha combattuto da vera guerriera e che neanche due delicati interventi chirurgici sono riusciti a debellare. Per lei e per aiutarla a sostenere gli alti costi sanitari all’ospedale “San Raffaele” di Milano si era mobilitata un’ intera città, ma anche la provincia con tantissime iniziative organizzate per raccogliere i fondi. Con una grande generosità, da nord a sud, senza pari, anche e soprattutto sul web.

Perché era una bella persona, Patrizia. Dentro e fuori, e non è affatto retorica dirlo adesso che non c’è più. Chi l’ha conosciuta, e sono tantissimi anche in provincia, lo sa. Sempre disponibile a dispensare consigli, anche non richiesti, su come affrontare questo o quel concorso per fare l’insegnante o per l’assistente amministrativo o per qualunque altro ruolo nella scuola perchè conosceva bene tutti i meandri della “burocrazia”. Non si negava mai a nessuno, sempre pronta ad aiutare gli altri e a partecipare a questa o a quella manifestazione anche con l’associazione di genitori e figli “Unitevi a noi”, fondata con il marito e con altri amici che le sono stati sempre accanto. Fino alla fine.

Lascia il marito Antonio e due figlie, Carlotta e Alice.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo