Augusta, “Sasol@School: la chimica incontra la scuola”, avviato il progetto di alternanza lavoro

Coinvolge 50 alunni delle terze del liceo scientifico di Scienze applicate e dell'istituto tecnico settore tecnologico

Sono 50 gli alunni delle terze del liceo scientifico di Scienze applicate e dell istituto tecnico settore tecnologico del secondo istituto superiore Ruiz ad essere coinvolti nel progetto di alternanza-scuola lavoro avviato nei giorni scorsi con la Sasol e denominato, appunto, la “Sasol@School: la chimica incontra la scuola”. Il progetto prevede lezioni pratiche ed esperienze formative e lavorative, nella prima fase gli studenti si metteranno alla prova con esperimenti chimici, simulando il funzionamento di una vera e propria impresa. Impareranno, inoltre, a scrivere di un curriculum vita, a sostenere un colloquio di lavoro ed entreranno a contatto con le diverse professionalità che fanno parte di un’impresa di questo settore. Nella seconda fase del progetto, invece, verranno poi selezionati gli studenti che concluderanno in azienda la propria esperienza.

Il progetto è una full immersion nel mondo della chimica e dell’industria chimica – ha commentato Sergio Corso, vice presidente operations Sasol Italy –: un’occasione per fornire ai ragazzi gli strumenti per conoscere e comprendere meglio il nostro settore e la nostra realtà aziendale, così come il contesto locale, per cogliere le richieste del mondo del lavoro. L’auspicio è che possano essere più consapevoli nelle scelte che segneranno il loro futuro professionale”.

“La convenzione con Sasol Italy -ha aggiunto la dirigente scolastica  Maria Concetta Castorina- è un esempio reale di come viene progettato e attuato un percorso formativo di qualità, nato da una collaborazione attiva con l’azienda. Noi riteniamo che i nostri alunni possano trarre un grande beneficio dall’esperienza formativa che
verrà attuata, sia come formazione aziendale che come stage operativo all’interno dello stabilimento”.

Mediante questo progetto di alternanza – ha concluso Filippo Carletti, amministratore delegato dell’azienda del petrolchimico- vogliamo anche far appassionare gli studenti alla chimica, l’unica industria ad avere lo stesso nome della scienza sulla quale si fonda, mostrando loro come le sue innumerevoli applicazioni siano indispensabili per il benessere dell’essere umano”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo