Augusta, quarto giorno di “passione” per la carenza d’acqua al centro storico, ultimata la riparazione del guasto

Da ieri al lavoro gli operai per riparare il guasto sistemato intorno alle 14, l'acqua dovrebbe arrivare in nottata

È diventata sempre più critica la carenza di acqua al centro storico dove da domenica i rubinetti sono a secco per la rottura di un pezzo di una delle due pompe del pozzo della Villa comunale che alimenta l’Isola. Gli operai della ditta di Fiumefreddo di Sicilia, nel catanese, che si è aggiudicata l’appalto relativo all’accordo quadro per la manutenzione degli impianti e delle reti del sistema idrico integrato, firmando il contratto venerdì scorso e avendo la nuova pompa ieri, hanno lavorato anche durante la notte e fino ad oggi erano ancora alla Villa diventata, nel frattempo, meta di “pellegrinaggio” di decine di residenti dell’Isola in cerca di notizie  su quando sarebbe arrivata l’acqua che manca, in tutta la parte alta, da domenica e a singhiozzo nella zona più  bassa come al zona di “Terravecchia”, alimentata dall’unica pompa in funzione che è stata spenta per consentire i lavori.

Stamattina i genitori dei bambini della scuola dell’infanzia del plesso di viale Eroi di Malta del primo comprensivo “Principe Di Napoli” non hanno portato i figli a scuola, niente lezioni anche per il plesso dei “Cappuccini”, alcuni bar e parrucchieri sono stati costretti a far venire un’autobotte, a proprie spese, per il rifornimento dell’acqua perchè altrimenti avrebbero dovuto chiudere gli esercizi commerciali.

C’è chi a pranzo e a cena si è dovuto arrangiare con un panino o una pizza perchè impossibilitato  a lavare le stoviglie e chi, anche solo per  farsi una doccia, è stato costretto a chiedere “ospitalità” a parenti che vivono in altri quartieri o a rifornirsi con i bidoni. Grossi disagi anche per chi ha bambini  e anziani in casa.

Terminati i lavori di montaggio intorno alle 14, l’acqua dovrebbe ritornare a riempire i serbatoi nelle prossime ore e arrivare nella case degli augustani in nottata.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo