Augusta, più sicurezza a Monte Tauro: la richiesta del comitato “Roberto siamo noi”

Il comitato, nato dopo la morte tragica di Roberto Reicherl, verrà presentato ufficialmente nella chiesa di San Giuseppe Innografo

Più sicurezza sulle strade di Monte Tauro. E’ quello che chiede il comitato “Roberto siamo noi” nato da qualche settimana, dopo la tragica morte del pedone falciato in via Epicarmo Corbino da un’automobile , mentre attraversava la strada che domani pomeriggio, alle 18:30, nella parrocchia di San Giuseppe innografo verrà presentato ufficialmente. In occasione della prima assemblea pubblica si discuterà su alcune proposte per migliorare la viabilità nel popolo quartiere e che prevedono l’urgente pulizia dei marciapiedi invasi dalle erbacce e delle siepi traboccanti dai recinti di abitazione private, l’installazione di segnaletica orizzontale e verticale ben visibile, un sistema per rallentare le macchine, specialmente nei punti critici e in prossimità dei passaggi pedonali uso di proiettori ad alta intensità. È richiesta, inoltre, una maggiore illuminazione, strisce pedonali più evidenti e, dove si ritiene necessario, anche dissuasori di velocità, semafori a richiesta per i pedoni nei punti strategici o dossi.

Intanto una prima proposta proprio sulla grossa arteria costituita da via Epicarmo Corbino, che poi diventa Barone Zuppello, è arrivata nei giorni scorsi da Giovanni Bonnici di “Facciamo Squadra Augusta” che sottolinea come “la viabilità della zona del monte è certamente inadeguata allo sviluppo demografico che ha subito l’intera zona e che lungo la via Epicarmo Corbino (poi Barone Zuppello) e vivono migliaia di cittadini che quotidianamente si spostano per lavoro o per altri motivi. Chiaramente – aggiunge – tutta la zona è sotto dimensionata rispetto alle reali esigenze di mobilità; la cosa ha portato, negli ultimi anni, ad un innalzamento impressionante degli incidenti, talvolta mortali”.

Da qui la proposta di ridurre il carico di traffico introducendo una zona di senso unico a partire dal bivio tra via della salita del Monte (via Sancho Landogna) e via Epicarmo Corbino, nei pressi della farmacia. “Il senso unico – prosegue – dovrebbe riguardare tutta la via Epicarmo Corbino e poi la via Barone Zuppello, fino al bivio con la via Panoramica. La via inversa, quella per andare dal Monte verso la città sarà la via Panoramica. Le traverse serviranno a raggiungere tutte le zone. Saranno necessari anche dei dissuasori di velocità disposti lungo il tragitto, soprattutto nelle vicinanze delle zone più “calde”; la scuola, il bar, le attività commerciali, la chiesa. Crediamo che un po’ di buonsenso, unito al naturale senso civico dei cittadini porterà in breve tempo all’uso corretto della strada con la nuova viabilità, nella speranza che non accadano mai più incidenti mortali né in quella né in altre zone della nostra città”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo