Augusta, niente giostre per la festa di San Domenico: i giostrai rinunciano all’area assegnata dal Comune

Accompagnati dall'avvocato Enzo Pera ieri al comando dei vigili urbani hanno depositato un documento con cui hanno rinunciato all’area e chiesto un incontro all’amministrazione comunale

Non ci saranno giostre quest’anno durante i prossimi festeggiamenti del patrono, San Domenico. I giostrai hanno deciso di non montare le loro attrazioni nell’area di piazza Unità d’Italia che qualche giorno fa è stata assegnata dal Comune non ritenendola idonea perché, una volta installate le ingombranti attrazioni, rimarrebbe a loro dire poco spazio per le vie di fuga e il passaggio dei mezzi di soccorso.

Fino a qualche anno fa e da sempre le giostre sono state ospitate all’interno della villa comunale, non considerata più idonea negli ultimi anni, così si è deciso per lo spazio attiguo all’ex stadio Fontana che, però, è area Sin per via dell’ex campo di calcio da bonificare e, quindi, non può più essere utilizzata, secondo quanto affermato dall’amministrazione.

Ieri 22 giostrai, accompagnati dall’avvocato Enzo Pera, si sono recati al comando dei vigili urbani di corso Sicilia e hanno depositato un documento con cui rinunciano formalmente alla nuova area  chiedendo, al contempo, all’amministrazione per il futuro di essere convocati almeno trenta giorni prima dei festeggiamenti “per evitare simili inconvenienti” e un incontro con i propri sindacati per modificare il regolamento. Si dicono dispiaciuti di non poter esser presenti, come ogni anno, ma di non poter fare altrimenti.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo