Augusta, Martina, futura sposa nel ricordo di nonna Cherubina e del suo abito a “Detto Fatto”, il format televisivo di Raidue

La giovane, che sposerà Davide a giugno 2019, è apparsa nell’ultima puntata accompagnata dalla zia Raffaella e per le nozze indosserà l’abito del nonna rivisitato dallo stilista

Per le sue future nozze dell’anno prossimo indosserà l’abito da sposa, che riprende il vestito dell’amata  nonna Cherubina, unitasi in matrimonio nel 1962 e riadattato dallo stilista Gianni Molaro durante l’ultima puntata di “Detto fatto”, la trasmissione  di Raidue dedicata ai talent. Così Martina, ventiseienne augustana accompagnata dalla zia Raffaella è apparsa,  venerdì scorso, nel primo pomeriggio di Raidue, durante l’ultima puntata della fortunata trasmissione televisiva,  condotta da Caterina Balivo in cui è stato raccontato il rapporto speciale che la giovane aveva con  la nonna materna, che l’ha cresciuta essendo  nata  da una mamma ventenne, che ha poi subito iniziato a lavorare.

Mia nonna dall’ esterno sembrava un po’ tedesca, severa, richiedeva una certa educazione ma, in realtà, poi era dolcissima”, ha raccontato in tv  la ventiseienne ricordando come la donna avesse anche una predilezione per il futuro sposo, Davide, che conosceva fin da piccolo perchè ad averlo fatto nascere era stato proprio il marito e nonno di Martina, noto e amato ginecologo augustano dell’ospedale “Muscatello” che, in realtà, ha fatto nascere in passato intere generazioni di bambini, oggi adulti.

Quando la nipote ha saputo che la mamma conservava  il vestito della nonna ha voluto “provarlo ed era perfetto”, ha aggiunto e ha poi vissuto l’emozione e la sorpresa di poterlo vedere in alcuni frammenti del breve filmino  delle nozze del 1962 dei nonni, proiettato durante la trasmissione.

La cosa più bella del vestito, che era molto semplice, con scollo rotondo, maniche a tre quarti, un corpino  e la gonna a piegoni, era il pizzo macramè che adornava l’abito, fatto con dei fiori molto belli”, ha riferito lo stilista Molaro che ha aiutato la ventiseienne  a coronare il suo sogno di sposarsi con un abito della nonna che, però, era ingiallito ed irrecuperabile ed è stato pertanto necessario ricreare. E alla fine come ricordo dell’amata nonna la zia Raffaella  ha donato alla nipote, che ha poi indossato il suo abito regale da sposa e un secondo vestito per il taglio della torta, un anello che “era il più prezioso  per mia madre, che avrebbe voluto assolutamente che fosse tuo”, ha detto zia Raffaella.

La trasmissione si può rivedere ai minuti ‘06 e ‘55 a questo link https://www.raiplay.it/video/2018/06/Detto-Fatto-693b2790-dc52-43c6-98ea-078ee0b6bdc2.html


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo