Augusta, maltempo: caduti frammenti di pietra arenaria dalla facciata della chiesa Madre

Parte del sagrato è stato transennato dopo l’intervento del Comune e dei Vigili del fuoco che hanno anche aiutato una macchina finita in panne in un allagamento vicino la nuova darsena

È stata transennata stamattina parte del sagrato della chiesa Madrea a causa della caduta di alcuni pezzi del cornicine della facciata della Duomo. Frammenti di pietra arenaria sono stati, infatti, ritrovati sul pavimento distaccatisi probabilmente a causa del forte vento che delle pioggia.

Sul posto sono intervenire i Vigili del fuoco e gli operai del Comune hanno apposto le transenne. “Ricostruita a metà Settecento dopo il sisma del 1693, colpita ancora dai terremoti del 1848 e 1990: “Riparata” secondo i criteri della Sovrintendenza e protezione civile…”- ha scritto su Facebok don Palmiro Prisutto, l’arciprete della Madrice,  la chiesa è stata riaperta al pubblico nel 2000, dopo gli interventi effettuati a seguito del terremoto della notte di Santa Lucia del 1990 che ha reso necessario il suo puntellamento per diverso anni per i danni subiti.

E il maltempo che si è abbattuto tra stanotte e stamattina anche ad Augusta, dove sono caduti 38 mm di acqua, non ha creato particolari problemi alla viabilità, se non i “soliti” allagamenti in via delle Saline, vicino al lungomare Granatello e un altro nella stradella di collegamento tra via Marina ponente e via Francesco Vita, nella zona di Terravecchia, di fronte alla nuova darsena. Qui una macchina è rimasta in panne per l’acqua alta ed è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco che sono intervenuti poco dopo le otto per aiutare il malcapitato automobilista insieme ai Carabinieri.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo