Augusta, la Marina militare ha celebrato la patrona Santa Barbara in chiesa Madre

Quest’anno si è scelto di aprire la festa alla città con la messa celebrata da don Nicola Minervini, cappellano militare e l’arciprete della chiesa Madre don Palmiro Prisutto. Ieri i festeggiamenti a Messina

È stata celebrata nella chiesa Madre di piazza Duomo santa Barbara, la patrona della Marina militare che, di solito, si festeggia il 4 dicembre, così come è stato festeggiato martedì a Messina. Quest’anno si è scelto di aprire la festa alla città, considerato che la celebrazione di solito avviene all’interno del comprensorio  militare e a presiedere la  messa sono stati don Nicola Minervini, cappellano militare e l’arciprete della chiesa Madre don Palmiro Prisutto. Presenti il comandante marittimo Sicilia, ammiraglio di divisione Nicola de Felice, il sindaco Cettina Di Pietro, il prefetto di Siracusa Giuseppe Castaldo, l’assessore regionale Edy Bandiera e le massime autorità civili e militari della Sicilia, insieme al personale in servizio e in congedo e alle relative associazioni combattentistiche e d’Arma.

“Ringrazio la veneranda Augusta che anche oggi ha mostrato attenzione e vicinanza per la Marina e –ha detto – la forza armata che prende come spunto da Santa barbara la fede verso la propria missione. I militari si dedicano alla propria causa senza chiedere nulla in cambio  e assicurano  benessere e sviluppo al popolo, che necessita di una cornice di sicurezza. Se si vuole vivere nel benessere e nella sicurezza bisogna avere una sicurezza sia in mare che in cielo e in terra e Santa Barbara per noi non è solo  un esempio religioso ma anche pratico, di vita come  in mare  sono le stelle e la bussola”.

Alla fine della celebrazione religiosa  il gruppo di Augustafolk si è esibito in piazza Duomo, davanti alle autorità che hanno preso parte alla messa, con “Ciuri ciuri” e “Vitti na  crozza” ricevendo gli applausi  dei presenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo