Augusta, incidente autonomo sul ponte Federico II: rimangono gravi le condizioni del conducente della Smart

Il giovane è stato operato alla testa ieri mattina all’ospedale Cannizzaro dove era stato trasferito dopo essere stato soccorso e portato al Muscatello

Sono sempre gravi le condizioni di A.A., il ventiseienne augustano rimasto coinvolto in un grave incidente autonomo domenica mattina, intorno 4.30, nel tratto iniziale del viadotto Federico II, all’altezza delle ex piscina comunale. Il giovane è ricoverato in coma farmacologico, con la  prognosi sempre riservata, al reparto di Rianimazione all’ospedale Cannizzaro di Catania, dove già ieri mattina i medici lo hanno sottoposto a un delicato intervento chirurgico per il grave trauma cranico riportato nel sinistro, quando la Smart che stava guidando, secondo una prima ricostruzione, avrebbe sbandato dopo la curva, urtando contro il marciapiede per poi ribaltarsi e finire, qualche metro più avanti, la sua corsa nell’altra carreggiata.

Nel violento impatto il giovane sarebbe stato sbalzato fuori dall’abitacolo rimanendo sull’asfalto. Così sarebbe stato trovato da chi passando da lì subito dopo ha chiamato i soccorsi. Trasportato in codice rosso al Pronto soccorso dell’ospedale “Muscatello” di Augusta,  considerata le gravità delle condizioni, è stato trasferito al Cannizzaro di Catania.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo