Augusta, in pellegrinaggio della chiesa di San Nicola per la festa della Madonna dell’Adonai a Brucoli

I fedeli tra i sentieri di campagna  sono arrivati fino al suggestivo eremo per una festa sempre molto sentita

È partito dal canale di Brucoli, vicino la chiesa parrocchiale di San Nicola, e tra sentieri di campagna è arrivato fino al santuario della Madonna dell’Adonai, il pellegrinaggio dei fedeli che anche quest’anno ha caratterizzato domenica pomeriggio, la tradizionale celebrazione della Madonna dell’Adonai.

Una festa religiosa ancora molto sentita e partecipata non solo dai residenti del borgo marinaro, arrivati numerosi, ma anche da fedeli di altre parrocchie e persone venute da fuori che non si perdono questo appuntamento annuale. Al pellegrinaggio, accolto da canti e suoni festosi delle campane all’arrivo all’ eremo, è seguita la celebrazione della messa all’ aperto da parte di don Palmiro Prisutto, arciprete e rettore del santuario, che conserva una delle più antiche immagini della Madonna con bambino disegnate nella roccia, insieme con il parroco della chiesa di Brucoli, don Francesco Trapani e a padre Elia.

Il piccolo eremo, che si affaccia sul mare, risultava già utilizzato da una comunità cristiana nella seconda metà del III secolo e nel XVI secolo, accanto alla chiesa, nacque un cenobio dove vivevano i monaci, poi ingrandito e restaurato qualche anno fa. Oggi continua ad essere una  struttura di accoglienza, per attività parrocchiali, ma anche per campi scout e di formazione e pellegrinaggi


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo