Augusta, gli esordi lavorativi di Fiorello a “Non è l’arena” su La7, raccontati da Antonio Cacciaguerra

L’ex impresario di pompe funebri  è apparso ieri sera in studio durante la puntata dedicata al grande mattatore e showman augustano

Per un paradisiaco domani”. Si concludeva così lo spot radio che immaginava un ipotetico collegamento con Jack Lo Squartatore che, prima di andare a morire, esprimeva l’ultimo desiderio, inventato anni fa dall’ancora sconosciuto Rosario Fiorello. Lo showman, prima di diventare quello che è oggi, lavorava nell’agenzia di Pompe funebri di Antonio Cacciaguerra, che ha raccontato l’aneddoto ieri sera negli studi televisivi de La7 di “Non è l’Arena”.

Il programma televisivo, condotto da Massimo Giletti, dopo la pausa natalizia è tornato in onda il giorno dell’Epifania con una puntata dedicata anche a Rosario Fiorello, il “più grande di tutti” per Giletti che ha invitato il primo datore di lavoro di “Saro”. Cacciaguerra, appunto.

L’ex patron della squadra di calcio del Megara ha raccontato di un giovane Saro Fiorello che ha divertito tutti con le su battute sulla propria “agenzia viaggi di sola andata”, ricordando come il giovanissimo mattatore augustano, allora segretario nella sua ditta di pompe funebri, rispondeva al telefono fingendosi in caserma dei Carabinieri o dei Vigili del Fuoco. O di come alla fine, quando lo accompagnava a casa di un deceduto per espletare le pratiche per la sepoltura e il funerale, riusciva a far ridere tutti con le imitazioni di Andreotti o di Pippo Baudo.

La puntata si è arricchita di filmati (alcuni dei quali inediti), di Fiorello intento a ballare con John Travolta e Roberto Bolle, a duettare con Jovanotti, Liza Minnelli e Tony Renis. In studio, per celebrare lo showman, personaggi noti come Red Ronnie che scoprì Fiorello, il giornalista Stefano Meloccaro che ha condiviso l’esperienza dell’Edicola (“la più bella esperienza lavorativa della mia vita dopo quella sportiva”) e in collegamento anche lo scopritore di talenti Claudio Cecchetto, che ha raccontato alcuni aneddoti sui primi anni in radio di Fiorello, dall’incontro con Baldini a quella volta in cui riasfaltarono il parcheggio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo