Augusta, economia, ambiente, lavoro e architettura: nasce Sulimapp, mappa interattiva del Ruiz e del Megara

Il progetto è stato presentato durante una conferenza stampa al circolo Unione dalla presidente dell’associazione, Elena La Ferla e dal grafico Attilio Patania

Hanno messo insieme i dati ufficiali e “neutri” di Istat, Confindustria, Cnr, Asp, Registro territoriale di patologie, Ateco e Comune per dare vita ad una mappa interattiva donata  alle scuole e poi all’amministrazione comunale una quarantina di ragazzi, venti  del Liceo “Megara” e dell’Istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz” che suddivisi in due gruppi di venti, con competenze specifiche e diverse e insieme all’associazione Sulidarte hanno dato vita a “Sulimapp” Augusta, la mappa interattiva  della città. L’idea è dell’associazione culturale  Sulidarte che si pone l’obiettivo di stimolare il dibattito e approfondimenti futuri rispetto ai dati emersi, alcune dei quali emergono già spontaneamente  a ben guardare i dati raggruppati nella mappa, la mappa è  stata presentata l’altro ieri mattina durante una conferenza stampa al circolo Unione dalla presidente dell’associazione, Elena La Ferla, in una conferenza stampa grazie al lavoro del grafico Attilio Patania.

Uno dei primi dati che emerge, per esempio, è  che su 46, 431 chilometri di costa megarese non ci sia uno stabilimento di balneazione attrezzato per tutti o  il tasso di disoccupazione,  al 17,9 per cento, oltre il doppio della media nazionale all’8,4 con il 47,9 di disoccupazione giovanile contro il 29,8 della percentuale italiana, mentre Augusta risulta al primo posto come reddito imponibile pro-capite. E sua una popolazione di 36.198 abitanti secondo l’Istat 2016. “Questo ci dice che c’è una forbice sociale molto alta ad Augusta”- ha commentato La Ferla- o come il 30 % dei pozzi d’acqua sia a rischio potabilità a causa di rischi di infiltrazioni di minerali inquinamenti, una dato  che suggerisce che forse alcune risorse comunali andrebbero usate per preservare il bene primario come è l’acqua. Dall’altro si dice che bisogna fare riconversione industriale però se leggiamo il dato ci dice che il 98% dell’export di tutta la provincia è costituita da iol e gas”.

Un dato positivo è quello rappresentato dal livello di scolarizzazione ad Augusta, cioè dai diplomati e laureati, che secondo l’Istat 2011, è pari  al 58,9 per cento, al di sopra della media nazionale rappresentata dal 55,1 % , altro dato che potrebbe far discutere è l’incidenza di mortalità, di persone  cioè che si ammalano che è parti al 9,2 %  inferiore alla media italiana del 10, 1%.

Sulimapp non è un traguardo ma un punto di partenza per creare in futuro progetti sempre più interessanti per la città. Il progetto è nato l’anno scorso e la mappa è suddivisa in tre sezioni –  ha aggiunto La Ferla- gli studenti sono stati coinvolti in progetti di alternanza scuola-lavoro, venti dell’Arangio Ruiz sono stati impegnati nelle ricerche su economia e lavoro, altri venti  del Megara si sono soffermati  invece sugli aspetti monumentali e culturali”.

Nella mappa, inoltre, sono stati  inserito 13 “qr-code”, ovvero i codici che scannerizzati con un’app dallo smartphone,  consentono di visualizzare  video e filmati su percorsi naturalistici e monumentali. Alcuni sono stati lasciati liberi e verranno  ricoperti tramite un concorso “Crea il tuo video” che sarà lanciato nei prossimi mesi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo