Augusta, disco verde per il bilancio di previsione 2018: approvato dalla sola maggioranza 5 stelle

Quasi del tutto assente l’opposizione ieri alla seduta convocata dal commissario regionale dove si è votato il documento finanziario dell’anno scorso

Via libera ieri, al Consiglio comunale di palazzo san Biagio, al bilancio di previsione 2018/2020 la cui seduta è stata convocata dal commissario ad acta Angelo Sajeva. Anche questa volta il documento finanziario, che di fatto è un rendiconto essendo riferito al 2018 per il finora mancato allineamento dei bilanci, è stato illustrato in aula dalla funzionaria dell’ufficio Finanze del Comune che l’ha redatto Gisella Vaccaro e alla presenza del collegio dei revisori dei conti, ed è stato approvato solo dalla maggioranza del Movimento Cinque Stelle in un veloce consiglio comunale.

Hanno dato parere negativo, invece, i tre consiglieri di opposizione presenti Angelo Pasqua, Irene Sauro e Salvatore Errante. “Si continua nella strada intrapresa per il riallineamento dei conti e ormai il Comune comincia a vedere la luce in fondo al tunnel lentamente e si sta ritornando piano piano alla normalità”- ha detto in aula l’assessore alle Finanze Giuseppe Canto presente insieme al sindaco Cettina Di Pietro, il consigliere di opposizione Giuseppe Schermi, che è uscito prima della votazione, ha annunciato il voto contrario a nome del gruppo misto perché “ancora una volta si continua a non prevedere nulla per la città. E’ scandaloso lamentare dei trasferimenti regionali di 4 mila euro per i disabili e – ha detto- non prevederne altrettanti con il proprio bilancio comunale, usato senza alcuna remora per pagare i rimborsi chilometrici degli amministratori, acquistare computer nuovi e pagare 2000 euro per la festa di san Domenico”.

Ha difeso, invece, il lavoro dell’amministrazione il capogruppo del 5 stelle Mauro Caruso che ha detto che pochissimi sono i comuni in dissesto che hanno pronti i bilanci, tra questi c’è Augusta che li sta allineando. “Un appunto va fatto, è una constatazione e non un attacco nei confronti di nessuno:- ha aggiunto- la giunta ha approvato il bilancio il 15 marzo 2019, il documento è passato ai revisori dei conti che lo ricevono il 20 marzo e danno parere il 5 maggio 2019, prendiamo atto di due integrazioni di documenti, una del l8 aprile, oltre 10 giorni previsti dal regolamento di contabilità. Non vogliamo puntare il dito contro, nessuno ma ad ogni bilancio riscontriamo sempre rallentamenti. Esortiamo tutte le parti, iniziando dai settori che ci risultano non adempiere alle richieste della ragioneria e del segretario generale sui documenti non ancora pervenuti per redigere il bilancio 2019, a rispettare i tempi previsti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo