Augusta, “Coriandolando 2”: ex aequo per le due “Api” in concorso

È calato il sipario sulla manifestazione carnevalesca promossa dal comitato dei commercianti in collaborazione con Comune e sponsor che, ancora una volta, ha riportato la gente in piazza

Foto di Marina Cannata

Un tripudio di colori e maschere e un ex aequo per le due “Api” in concorso ieri pomeriggio, al centro storico, dove si è concluso l’appuntamento con il Carnevale augustano e con la manifestazioni “Coriandolando 2”, promossa dal Comitato dei commercianti in collaborazione con il Comune e sponsor privati. Alla fine della serata i due piccoli mezzi in maschera, una della palestra “S & S Gym center” che rappresentava un teatrino e l’altra della scuola di ballo “Time dance”, addobbata a cigno sono state entrambe premiate.

“Considerando la bellezza di entrambi i lavori e le idee originali da premiare, una che rappresenta una classica favola di Collodi e l’altra anche il territorio di Augusta con i suoi uccelli migratori che vengono a trovarci ogni anno nella saline, si è deciso in accordo con entrambe le palestre di assegnare un unico premio diviso in due” – ha detto Mauro Italia, che ha presentato la serata. Una decisione, che ha messo d’accordo tutti sottolineando come, alla fine, quella che è prevalsa è stata la voglia di esserci e di partecipare ad una manifestazione che, anche ieri, ha riportato grandi e piccoli in piazza tra coriandoli, stelle filanti e musica a palla.

Il programma è stato lo stesso di “giovedì grasso” con centinaia di persone in maschera che facevano parte dei vari gruppi mascherati in rappresentanza di scuole, palestre ed associazioni che si sono dati appuntamento alla villa, alle 16, 30, per poi sfilare fino a tarda sera in via Principe Umberto e terminare in piazza Duomo con balli.

La presidente del Comitato dei commercianti Elvira Cappelleri, oltre ai consueti ringraziamenti a quanti hanno consentito che la manifestazione si svolgesse nel migliore dei modi, ha ringraziato anche “tutti i cittadini augustani che hanno scelto di rimanere ad Augusta. E’ vero che non ci sono stati i carri allegorici, ma abbiamo avuto le api mascherate, addobbate con il cuore e tantissimi gruppi mascherati animati dai sorrisi dei bambini. Perciò che questo sia un arrivederci al prossimo anno”- ha detto


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo