Augusta, contrasto alla contraffazione: le Fiamme Gialle sequestrano oltre 820 mila articoli

In occasione di ulteriori controlli effettuati nei confronti di operatori commerciali in forma itinerante, che popolano i mercati rionali di Augusta, sono stati sequestrati oltre 250 capi d’abbigliamento “contraffatti”, unitamente a diverse centinaia di CD/DVD “piratati”, che promuovono le più note produzioni musicali e cinematografiche

Continuano i controlli nel settore della contraffazione e della sicurezza dei prodotti (a tutela del marchio CE e del Made in Italy) da parte delle Fiamme Gialle. In particolare, i militari della Compagnia di Augusta hanno intensificato le attività di controllo economico del territorio nei confronti di operatori commerciali nei comuni della provincia aretusea nonché dei venditori “ambulanti”.

All’esito di un intervento presso un esercizio commerciale di Priolo Gargallo, i finanzieri megaresi hanno sequestrato circa 800.000 prodotti di varia natura destinati a soddisfare le richieste dei clienti in vista del carnevale. All’interno di tale esercizio è stato possibile rinvenire, complessivamente: 18.769 dispositivi di illuminazione e 1.366 giocattoli privi di marchio CE autentico, nonché circa 800.000 prodotti commerciali non conformi alle previsioni previste nel Codice del Consumo.

Inoltre, in occasione di ulteriori controlli effettuati nei confronti di operatori commerciali in forma itinerante, che popolano i mercati rionali di Augusta, sono stati sequestrati oltre 250 capi d’abbigliamento “contraffatti”, unitamente a diverse centinaia di CD/DVD “piratati”, che promuovono le più note produzioni musicali e cinematografiche.

L’impegno profuso dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia legale ha, dunque, consentito di sottrare alla vendita oltre 820.000 articoli destinati a una vasta platea di clienti, che comprende anche le fasce più “deboli”, considerato l’elevato numero di giocattoli commercializzati, privi del previsto marchio di sicurezza.

Gli interventi posti in essere dalle Fiamme Gialle nello svolgimento dei diuturni servizi di controllo economico del territorio, testimoniano l’impegno del Corpo nel riportare sui giusti livelli i parametri della libera concorrenza che, invece, viene minata dall’abusivismo e dalla vendita di prodotti non conformi, oltre ai non trascurabili danni cui viene potenzialmente esposto il consumatore finale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo