Augusta, contrasto al bullismo a scuola, l’istituto Principe Di Napoli avvia protocollo di gestione

È coordinato da Cannavà, psicologo augustano, che ha partecipato attivamente al tavolo tecnico al ministero della Pubblica istruzione e che sarà coadiuvato dagli insegnanti Fangano e Salemi

“Cercate di evitare le punizioni, proponete come atto riparatorio una lettera di scuse, solo in una seconda fase convocate i genitori e passate agli ammonimenti. I limiti sono importanti, i bulli hanno bisogno di capire con fermezza quale sia il confine tra lo scherzo e il comportamento scorretto”. Questo il comportamento da adottare, se ci si trova di fronte a un “bullo” in azione a scuola, secondo Francesco Cannavà, psicologo augustano, che ha partecipato attivamente al tavolo tecnico al ministero della Pubblica istruzione e che, coadiuvato dagli insegnanti Patrizia Fangano e Giuseppe Salemi, coordinerà le azioni inserite nel Pios, il protocollo integrativo organizzativo scuola, che è stato avviato al secondo istituto comprensivo Principe Di Napoli”.

Il protocollo di gestione nasce come risposta al Miur in riferimento alla legge 71/2017 che prevede azioni di prevenzione e contrasto al bullismo scolastico ed è rivolto agli studenti delle prime classi, che sono quelle classi di ingresso dove si possono più facilmente annidare fenomeni di bullismo.

Il lavoro prevede la collaborazione tra la scuola, gli alunni e le famiglie perchè “solo la compartecipazione tra queste realtà (un rinnovato patto di corresponsabilità) può portare ad una riduzione del fenomeno. – fa sapere la scuola- Punto imprescindibile è la tutela della privacy degli alunni, siano essi vittime o bulli. Prima azione è il riconoscimento degli atti di microbullismo, che se non bloccati tempestivamente possono degenerare in forme più estreme”.

La dirigente scolastica Agata Sortino ha sottolineato che il secondo comprensivo è già scuola pilota da anni con azioni rivolte alla lotta a ogni forma di prevaricazione.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo