Augusta, Consiglio comunale: approvato il regolamento per la definizione agevolata delle entrate non riscosse

Per aderire alla definizione agevolata di entrate non riscosse bisognerà inviare una richiesta entro il 30 settembre 2019 su apposito modulo che verrà pubblicato sul sito del Comune

“E’ assurdo che dal 1975 non avete mai messo mano al Piano regolatore generale, che rappresenta lo strumento cardine per lo sviluppo del territorio. Spero di poter risolvere qualche problema dopo 45 anni di abbandono dovuta alle vecchia politica”. Queste le prime dichiarazioni, da attivista 5 stelle, del nuovo assessore all’Urbanistica Andrea Sansone che arriva da Modica, nel ragusano, presentato ufficialmente giovedì sera insieme con l’altro delegato di Giunta, questa volta augustano, Omar Pennisi, al Consiglio comunale che ha anche approvato il regolamento per la definizione agevolata delle entrate non riscosse a seguito di provvedimento di ingiunzione fiscale e delle intimazioni di pagamenti in applicazione del decreto crescita.

Sansone ha dichiarato di essere disponibile al confronto “per cominciare a parlare di uno sviluppo diverso del territorio”, di lui il sindaco Cettina Di Pietro, che ha ricordato i problemi di personale dell’ufficio e del fatto che non si possono afre assunzioni perché Augusta è un Comune in dissesto, ha detto che è stato già candidato sindaco a Modica e che nel “suo attivismo ha fatto tantissimo” , bollando invece come “speculazione politica e non senso di responsabilità sottolineare il fatto che venga da fuori Augusta. Qui ci sono tanti professionisti – ha aggiunto- ma va da se che chiunque si mette in prima linea smette di lavorare perché diventa incompatibile. L’ importante è conoscere il proprio mestiere più che il territorio che è facilmente superabile. E in più ha anche esperienza politica. Assumersi la responsabilità a fine mandato in due settori così problematici denota voglia di fare e senso di responsabilità”. 

L’altro settore caldo è, infatti, l’Ecologia lasciato libero dall’ex Danilo Pulvirenti proprio alla vigilia dell’estate e dei “soliti” problemi di raccolta differenziata nella zona balneari e affidato ad Omar Pennsi “che già faceva parte di Fare con meno già conosceva il settore” – ha detto il primo cittadino. “Mi fa un certo effetto essere da questa parte della barricata – ha commentato Pennisi- è lavoro impegnativo come le deleghe e i problemi sono numerosi, ma considero questa possibilità come un’occasione unica per dare un contributo al miglioramento della città e non mi risparmierò. Le mie porte sono sempre aperte per tutti”.

Dall’opposizione il consigliere Giancarlo Triberio ha fatto notare che ai 45 anni Sansone deve aggiungere gli ultimi 4, “perché in campagna elettorale il vicesindaco Roberta Suppo disse che avrebbero fatto il piano regolatore. Lei sta dando un giudizio anche alla sua amministrazione perchè magari è stato bocciato nella sua città ed ha trovato fortuna. Vediamo se in 10 mesi risolve i problemi di 45 anni, ma non venga poi a dire che in 10 mesi non poteva fare niente”. Marco Niciforo ha dichiarato di aver sempre contestato le nomine di forestieri “non perchè ci sia una preclusione ma perchè ritengo più utile far crescer la nostra classe dirigente. Non mi risulta che a Modica ci siano assessori augustani, non credo che per la brevità del tempo possa incidere o risolvere prg o sanatoria, non ci sono riusciti i vostri predecessori, cercate di risolvere almeno quei problemi più semplici”, per Giuseppe Schermi “il tempo è breve ma tanto si può fare. A Pennisi do la mia massima disponibilità ad aiutare in tema di gestione dei rifiuti o della mancata gestione del servizio. Per me con Fare con meno i soldi spesi male sarei ben lieto di confrontarci. – ha detto- Sull’urbanistica una delle prescrizioni è dare priorità alle sanatorie e bisognerebbe puntare su questo. Ce lo chiede il ministero dell’Interno”.

“Vedo che le cose sono cambiate dalla campagna elettorale, – ha proseguito Angelo Pasqua- prima si chiedeva un curriculum ora credo che non faccio più testo ricordo l’ex assessore Luigi Minozzi ha gestito l’ufficio Urbanistica in maniera terrificante, il nulla, non sapeva muoversi totalmente ad Augusta. Per 14 mesi non usciva una pratica dall’ufficio ma l’ufficio nel Pil augustano rappresenta il 33 %. L’assessore Sansone Si prende una grande croce ma deve capire che l’ufficio deve dare lavoro”. Per Peppe Di Mare “le dimissioni di un assessore sono un fatto politico e non possono passare inosservata come un semplice augurio di buon lavoro che sono implicite- ha affermato- nel programma il settore Urbanistica rappresenta il più grosso fallimento di questa amministrazione e cambiare assessore negli ultimi 10 mesi lo conferma, in questi 4 anni non è stato fatto niente neanche per agevolare le aziende di questa città perchè manca il piano urbanistico commerciale”.

Di tutt’altro tono il capogruppo del Movimento 5 stelle Mauro Caruso che ha detto che “per noi è una gioia avere Pennisi come assessore perché abbiamo seguito il suo percorso negli ultimi 4 anni, è un’ ottima scelta del sindaco, già sta dando dimostrazione di prendere la cosa seriamente”. Sull’ex assessore all’Urbanistica Adriana Commendatore ha detto che è una “persona umile, seria, e forte che impersona un modo di vivere bello. Stiamo risollevando il paese dal disastro e speriamo nell’ apporto del nuovo assessore Sansone negli ultimi 10 mesi”.

La sola maggioranza del 5 stelle ha, invece, approvato il regolamento e la proposta della definizione agevolata delle entrate non riscosse a seguito di provvedimento di ingiunzione fiscale e delle intimazioni di pagamenti in applicazione del decreto crescita che offre la possibilità ai cittadini di mettersi in regola con le tasse e al Comune di incassare somme dovute. Astenuto il consigliere di opposizione Giuseppe Schermi. Il regolamento e la proposta sono state illustrate in aula da Gisella Vaccaro, dell’ufficio finanziario del Comune alla presenza dell’assessore al Bilancio Canto e ai revisori dei conti, per aderire bisognerà inviare una richiesta entro il 30 settembre 2019 su apposito modulo che verrà pubblicato sul sito del Comune. La scadenza ultima è settembre 2021 per un massimo di 23 rate. Presentati alcuni emendamenti dalla commissione consiliare competente e del consigliere Mauro Caruso e Marilena Russo per modificare il termine di presentazione della domanda e di opposizione Giuseppe Schermi, quest’ultimo, bocciato, che intendeva “escludere membri dalla giunta e i consiglieri comunali dalla definizione agevolata pensata per cittadini in difficoltà che non sono certo gli amministratori che ricevono rimborsi chilometrici, hanno chiesto carte di credito per anticipare i rimborsi e hanno ritirato dal bilancio comunale il 30 per cento delle indennità”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo