Augusta, consegnato il premio “Giglio d’argento” al docente universitario Magnano di San Lio

Giunto al secondo anno è stato promosso dalla confraternita di san Giuseppe e destinato a chi si è distinto nella promozione della storia e del culto della chiesa di via Garibaldi e della confraternita

È stato conferito ad Eugenio Magnano di San Lio, docente di Architettura all’università di Catania, sede di Siracusa nonché presidente dell’Istituto italiano dei castelli – sezione di Sicilia, il premio “Giglio d’argento 2019”, promosso dalla Confraternita di San Giuseppe, giunto alla seconda edizione e destinato a quanti si sono distinti nella promozione della storia, del culto e delle arti connesse alla chiesa e alla Confraternita di San Giuseppe.

La consegna del riconoscimento, inserito all’interno di una teca con una targhetta in ottone, è stato realizzato dal laboratorio di argenteria “Amato” di Palermo ed è stato consegnato, nei giorni scorsi, al termine della lectio magistralis sulla genesi della chiesa e della Confraternita di San Giuseppe in Augusta tenuta dal docente universitario che ha espresso la sua soddisfazione “per come è tenuta questa chiesa di San Giuseppe sia dal punto di vista manutentivo, ma soprattutto perché continua ad essere luogo di culto vivo; ogni pietra trasuda l’amore – ha detto- la passione di generazioni di confrati e devoti che hanno contribuito per innalzare questo autentico monumento di fede e arte”.

La nascita della congregazione di San Giuseppe risale alla fine del XVI secolo per l’arrivo ad Augusta dei maestri falegnami Altavilla poi imparentati con i Cagnetto; furono loro a dar vita nei primi decenni del seicento ad una congregazione che, in un primo tempo, si impegnava a promuovere il culto in uno degli altari della chiesa Madre e successivamente, a partire dagli anni trenta del Seicento, a costruire un luogo di culto che nonostante le trasformazioni dovute alle vicissitudini dei secoli, testimonia ancora oggi la storia della categoria dei costruttori di barche e delle attività strettamente connesse.

L’iniziativa, inserita nel cartellone dei festeggiamenti di San Giuseppe ‘a spiga è stata promossa in collaborazione con la Società augustana di Storia patria di cui il professore Eugenio Magnano di San Lio è socio onorario e presieduta da Giuseppe Carrabino, che ha ricordato il proficuo rapporto con il docente universitario, “che ha permesso alla nostra città di conoscere la propria storia grazie ai sistematici rilievi e indagini archivistiche condotte dagli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università di Catania coordinati proprio dal professor Magnano”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo