Augusta, Certamen “Giustino Fortunato”: riconoscimenti per 4 studenti del “Ruiz”

Natalia Calì, Giorgia Miceli, Simone Galvano e Mirko Di Grande della IV AL, hanno gareggiato per la sezione digitale e saggistica e hanno presentato un corto

Hanno gareggiato con un cortometraggio intitolato “Dalla terra allo spazio: il potere della parola” incentrato sul rapporto tra massa e potere, forza e ragione e sono stati premiati con una targa per l’impegno e l’originalità del prodotto presentato gli studenti del Ruiz che hanno partecipato al certamen di storia “Giustino Fortunato” a Rionero in Vulture (Potenza), che si è svolto nei giorni scorsi.

Natalia Calì e Giorgia Miceli della VDL, Simone Galvano della VBL e Mirko Di Grande della IV AL hanno gareggiato per la sezione digitale e saggistica e, accompagnati dalle docenti Gaetana Rizzotti e Elisabetta Ciracò, hanno preso parte alla tre giorni incentrata sul quest’anno “Il palazzo e la piazza: cultura è libertà”.

La XV edizione del certamen è stata ricca di eventi culturali e di attività formative e numerosi sono stati i rappresentanti del mondo universitario, che hanno preso parola dal docente Giuseppe Accascina che ha parlato dei solidi vacui di Leonardo descritti nel “De divina proportione” ed ha citato la “Summa de aritmetica” a Roberto Chiesi, responsabile del Centro studi archivio Pasolini di Bologna, che ha ricordato il piemontese Carlo Levi e il suo romanzo “Cristo si è fermato ad Eboli”, lo scrittore condannato dal fascismo al confino ad Aliano, in Basilicata. Presente anche la giornalista Carmen Lasorella, di origine lucana, che ha parlato della politica del Meridione.
I docenti Angelo Santacroce, Carmelo Siena ed Elisabetta Ciracò hanno curato la parte dedicata alla Robotica, Gaetana Rizzotti ha curato i testi e i dialoghi presenti, l’alunno Gabriele Baudo ha partecipato in maniera “silente” alla realizzazione del cortometraggio

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo