Augusta, 3 nuovi oncologi per il centro di diagnosi e cura delle patologie derivanti dall’amianto all’ospedale Muscatello

Il presidente Ona Bonanni: “premiato il nostro incessante impegno che inizia a dare i primi importanti risultati nella direzione della prevenzione e dell’assistenza della popolazione esposta”

Tre nuovi medici oncologi, assegnati dal direttore generale dell’Asp Siracusa, Salvatore Ficarra, andranno ad affiancare lo staff medico e infermieristico già operativo del centro di riferimento regionale per la diagnosi e cura, anche precoce, delle patologie derivanti dall’amianto dell’ospedale Muscatello di Augusta.

Al centro è stata installata ed è già operativa la nuova tac ad alta risoluzione a 64 strati e presto sarà anche dotato degli altri strumenti necessari per il monitoraggio dei lavoratori e cittadini esposti ed ex esposti all’amianto.

A darne notizia con grande soddisfazione è Pippo Gianni, sindaco di Priolo ed estensore della Legge Regionale sul rischio amianto – L.R. 10/2014, che ha voluto con determinazione, unitamente al presidente nazionale Ona, avv. Ezio Bonanni, al coordinatore della regione Sicilia, Calogero Vicario, e al prof. Marcello Migliore del comitato tecnico-scientifico, la nascita del Centro Amianto ad Augusta per garantire prevenzione e cura ai lavoratori che per anni sono stati esposti alla fibra killer. “Premiato il nostro incessante impegno che inizia a dare i primi importanti risultati nella direzione della prevenzione e dell’assistenza della popolazione esposta – dichiara Bonanni – è un passo importante che ci incoraggia a proseguire con determinazione la nostra battaglia anche per il riconoscimento ai fini pensionistici”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo