Assolto l’ex sindaco di Augusta Massimo Carrubba: il fatto non sussiste |"Felice, ma arrabbiato"

Era imputato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio

Tutti assolti perché “il fatto non sussiste”. Il tribunale penale di Siracusa ha emesso la sentenza nei confronti dell’ex sindaco Massimo Carrubba, dell’ex assessore Antonio Giunta e dell’ex consigliere Carmelo Trovato (difesi rispettivamente dagli avvocati Francesco Favi, Puccio Forestiere e Salvatore Perrone) imputati di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio con altri che, appartenenti al clan Nardo – secondo l’accusa – sarebbero coinvolti nell’elezione a sindaco dell’ex primo cittadino e nelle Regionali del 2008.

La richiesta del Pm Andrea Ursino era di 5 anni per Carrubba e altrettanti per Giunta, 2 anni e mille euro per Trovato. La vicenda ha portato anche allo scioglimento del Consiglio comunale di Augusta del marzo 2013 per presunte infiltrazioni mafiose.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo